cashmere

Questa preziosa fibra si ottiene dal vello della capra Hircus, allevata dalle popolazioni asiatiche da oltre 7500 anni, nelle aree più impervie del territorio himalayano. Oggi è possibile trovare questa specie nelle regioni dello Sinkiang, nel Tibet e in Mongolia.

Il vello delle capre Hircus, già lavorato ai tempi del Gran Mogol, può essere bianco, il colore più pregiato, oppure di differenti toni naturali che vanno dal beige al bruno.

Il pelo lungo nasconde un sottovello morbido, caldo e prezioso chiamato duvet che permette all’animale di mantenere una temperatura corporea costante anche nelle fredde condizioni climatiche delle impervie montagne asiatiche. Il duvet viene raccolto in primavera ed è ottenuto tramite pettinatura. Ogni animale produce circa 250 gr. all’anno di fibre con un diametro di circa 15 micron.

KID CASHMERE

Il Kid Cashmere è un filato eccezionale che si ottiene dal sottovello dei piccoli di capra Hircus solo nel primo anno di vita.

La naturale muta del pelo permette di raccogliere la preziosa fibra, così esclusiva e lievissima, nel completo ri­spetto degli animali e dell’ambiente.

La materia prima viene quindi sa­pientemente lavorata, attingendo all’esperienza e all’alta tecnologia della tradizione Colombo, per ot­tenere il filo di Kid Cashmere con cui sono realizzati capi di maglieria, sia per donna che per uomo, unici, esclusivi e di grande morbidezza.

È un lungo ed affascinante percor­so di trasformazione di una delle più rare e preziose fibre nobili per ottenere una vera eccellenza.

KIDWOOL

Kidwool è una delle fibre più rare e preziose in natura, frutto della ricerca e della selezione del Lanificio Colombo tra le lane più fini al mondo: solo 12.8 micron.

È l’espressione della filosofia del Lanificio Colombo che ricerca da sempre le fibre più nobili e pregiate attraverso i valori del rispetto degli animali, dell’ambiente e delle persone. Questi valori, trasferiti e condivisi con un gruppo ristretto di allevatori di percore Merinos, hanno permesso di raggiungere un grande traguardo: Kidwool 12.8 micron.

Le proprietà di questa fibra rara e pregiata sono la leggerezza, la morbidissima tattilità e la termoregolazione naturale che risulta essere particolarmente funzionale, grazie alla densità delle fibre per sezione,  anche in condizioni climatiche molto diverse. I capi sono così unici ed esclusivi per la loro consistenza e per il loro peso, tra i più leggeri al mondo.

guanaco

Il Guanaco è il camelide sudamericano con maggiore capacità di adattamento alle condizioni ambientali più diverse. È presente dagli altipiani peruviani, fino allo stretto di Magellano. È l’animale indigeno per  eccellenza nell’area della Terra del Fuoco, dove è proliferato senza procurare l’attuale desertificazione attribuibile invece agli ovini introdotti dagli spagnoli nel 1500. Dotato di una grazia innata nei movimenti e di una fiera bellezza, già in antichità era considerato un animale mitico, certamente con un ruolo fondamentale nelle civiltà preispaniche.  Il pelo, di straordinaria finezza, va dai 13,5 ai 14,5 micron. Dopo la tosa, che avviene una sola volta ogni 2 anni, il pelo viene “ejarrato” per eliminare le fibre più grosse e le impurità: il risultato è un fiocco leggero e di colore caldo, simile alla vicuña. 

vicuña

La vicuña, il più piccolo esemplare della famiglia dei camelidi (guanaco, lama, alpaca), vive allo stato brado sulla Cordigliera delle Ande in Perù, in Bolivia, in Cile e in Argentina. Considerata anticamente un dono di Inti, dio benefico del sole, capace di sciogliere le nevi e trasformarle in torrenti con cui fertilizzare la terra, la vicuña incarnava il divino ringraziamento in cambio dei doni ricevuti dal popolo Inca. Solo la famiglia reale poteva indossare la preziosa fibra, e leggende legate a questo animale sono talmente radicate nella cultura dei paesi andini, che ancora oggi gli sono attribuiti proprietà magiche. La vicuña possiede la fibra più fine che si possa filare: solo 12/13 micron di diametro medio. L’animale  adulto può produrre solo 250 g di materia prima ogni due anni. Il suo vello è il più soffice, luminoso e caldo che esista al mondo. E’ di colore bruno-rossiccio mentre rarissima è la vicuňa bianca o albina. E’ un animale salvaguardato da Cites (Convention on International Trade of Endangered Species, "Convenzione sul commercio internazionale di specie in pericolo"), convenzione internazionale firmata da numerosi stati a Washington nel 1973. Ha lo scopo di regolamentare il commercio di fauna e flora in pericolo di estinzione. Rispettoso di tali salvaguardie, il Lanificio Colombo utilizza queste fibre per capi pregiati e unici.

cammello

Il cammello appartiene alla famiglia dei Camelidae gray e comprende due sottospecie: quella ad una gobba, dromedario, particolarmente diffusa in Africa e in Arabia, e quella a due gobbe, cammello propriamente detto, cioè il Camelus bactrianus che vive anche nei climi molto freddi della Mongolia e della Cina. Il bactriano ha un sottopelo, detto duvet, simile a quello della capra cashmere, molto morbido, con elevate proprietà termiche e finissimo: in media il diametro è di 18 micron e il prodotto migliore si trova in Cina. Il colore più comune è il rosso bruno, il mantello bianco, detto albino, descritto anche da Marco Polo, è il più pregiato ma molto raro. Il baby camel è il miglior duvet prodotto dall'animale nei primi anni di vita.

yangir

Quella di Yangir è una famiglia di tessuti realizzati con la preziosa fibra della "Capra Ibex Siberica", un animale che vive fino ai 5700 metri di altitudine sull'Himalaya, sui monti Altai della Mongolia e del Kazakistan e in Kirghizistan.

Il sottovello, morbido e lucente di colore naturale dorato, ha una finezza di circa 13,5 Micron e la quantità reperibile è molto limitata.

Il Lanificio Luigi Colombo, grazie all'esperienza e alla tecnica di filatura e nobilitazione nelle fibre preziose, esalta la qualità di Yangir con tessuti dalle caratteristiche incomparabili per morbidezza e lucentezza.

Yangir si può pertanto considerare la nuova frontiera del lusso senza tempo